loader

Gigolò accompagnatore non solo

Quando incontro, molto spesso mi chiedono qualche consiglio per come affrontare questo momento di trasgressione.



Come gigolò accompagnatore, consiglio sempre prima di un incontro di vederci davanti ad un drink o caffè per una lunga conversazione per poi proseguire la serata di piacere. Molto spesso però può capitare anche altro, come successo con Simona.



Simona, donna gioiosa e simpatica mi ha chiamato per riempire il suo tempo un po' monotono negli ultimi tempi, a detta sua. Ci siamo sentiti per più giorni e il suo imbarazzo piano piano è scomparso fino al punto di chiedermi come affrontare questo momento senza timore e con serenità.



Ascoltate le sue parole gli proposi una giornata particolare. Una giornata visitando qualche museo o monumento, per poi continuare la giornata con un semplice spuntino e così via per il resto del tempo fino al fine ultimo. L’idea proposta ben accettata da parte sua con entusiasmo organizzammo per incontraci a Venaria vicino alla sua Torino.



Partito con destinazione la reggia Sabauda di Venaria, incontro Simona direttamente all’ingresso del BeB da me prenotato a due passi dall’ingresso della reggia. Lei era già li da un po'.



Sistemato le formalità nel BeB dopo due minuti eravamo già all’interno della reggia ad goderci e meravigliarsi di tanta bellezza e maestosità di questo sito. Il resto della giornata scivola via velocemente sena accorgerci del trascorrere del tempo fino a sera e da li alla mattina seguente ai primi raggi del sole che penetrano attraverso le fessure del balcone ed illuminano il letto ove trasporto e piacere è stato padrone.



Nei giorni seguenti Simona mi chiama ringraziandomi della bella esperienza per come gli ho consigliato e fatto vivere questa sua trasgressione inconfessabile e che mai avrebbe pensato che un gigolo accompagnatore potesse arrivare a questo. Offrire non solo un incontro trasgressivo ma anche altro.



A queste sue affermazioni lodevoli l’ho ringraziata e poi spiegato la mia filosofia di come affronto questa mia vita professionale se pur particolare di gigolo accompagnatore oggi in quella di Torino.



Ho raccontato di questo mio incontro perché non sono solo una persona con la quale si può vivere momenti particolari ma anche condividere gioie della vita quotidiana come visitare un museo, andare al cinema, una semplice passeggiata al parco, al mare o altro ancora che una donna desidera al di fuori dell’incontro particolare.



Quando capisco che ciò viene apprezzato?



Quando vado via e vedo gli occhi sorridere e che dopo un di tempo mi richiamano per incontrarmi e mi chiedono per prima cosa la passeggiata o il cinema e dopo l’incontro in camera, cosi come successo con Simona.



Baci


Invia un Commento