gigolo accompagnatore per donne
loader

Gigolo Accompagnatore Eventi

Sono un gigolo accompagnatore per donne che quando posso dimostrare di essere diverso dalla massa di marciume che si definiscono professionisti ed altro, sono felice. E questo è accaduto.



Molti mesi addietro vengo contattato da Giorgia da Milano, che mi chiese d’incontrarla. Una telefonata normale, tranquilla nella quale abbiamo parlato di tutto senza barriere di falso moralismo. Da quella telefonata, ne sono susseguite altre e altre ancora quasi a cadenza giornaliera. Non posso negare che un feeling si sia creato sia da parte sua che mia. Chiarisco un punto fondamentale prima di continuare. Eravamo e siamo consci dei propri ruoli.



Dalla prima telefonata alle seguenti, la sua voce era sempre più tranquilla, si percepiva la sua libertà di parlare, tanto che più volte siamo arrivati a discutere del mio lavoro, fino al punto che ho spiegato per come intendo io la mia vita professionale di gigolo accompagnatore , e per come la svolgo, tanto che lei dopo un paio di giorni mi invia un sms in cui mi chiede se posso accompagnarla ad un concerto. Risposta da parte mia affermativa.



Passano dei giorni e lei sparisce, non si fa presente ne con sms ne con telefonate. Dal mio canto io non la cerco per non disturbarla, fino a quando mi arriva una foto. Rimasi stupefatto appena la vidi. Erano i biglietti di un concerto, e che concerto. Mai avrei pensato che ciò accadesse, ma soprattutto era il concerto di Vasco Rossi a San Sito. Biglietti sold out dal giorno in cui si sapevano le date. Introvabili. Per me è stato un momento a cui non credevo a ciò che mi stesse accadendo, anche perché Giorgia non l’avevo mai incontrata, quindi il tutto era basato su scambio di telefonate e messaggi. Inverosimile una situazione del genere e pure stava succedendo.



Alla foto dei biglietti c’era un sms di seguito con scritto: Ti Va?. Non ci ho pensato due volte. SIIIIIIIIIIIIII.



Non credevo che Giorgia prendesse alla lettera la mia filosofia di gigolo accompagnatore, ma ero così felice di vedere Vasco Rossi dal vivo e con pensai tanto a ciò.



Arriva il giorno del concerto e come accordi presi con lei, arrivo alla stazione di Milano Centrale e trovo un sorriso smagliante e delle fossettine ai lati delle labbra che mi fecero impazzire. Era la prima volta che la vedevo. Dalla stazione voliamo in albergo e subito una doccia rigenerante dopo un viaggio, e senza perdere tempo andiamo direttamente a San Siro. Erano appena le cinque del pomeriggio e davanti a me appena arrivati si presenta una marea di gente che rappresentavano tante generazioni. Mancavano quattro ore ancora all’inizio dell’evento. Il tutto mi riempiva di entusiasmo.



Entrati all’interno dello stadio San Siro, rimasi subito colpito dall’immenso palco su cui Vasco doveva esibirsi. Le ore a guardarmi intorno in quel contesto meraviglioso con Giorgia accanto sono volate fino all’inizio del concerto. Dalla prima all’ultima nota, ogni canzone ascoltata e cantata da tutti i presenti sono scolpite nella mia mente. Canzoni indimenticabili come Vita spericolata, alba chiara e tantissime altre sono state cosi emozionanti da farmi scendere delle lacrime di gioia.



Grazie Giorgia per avermi fatto vivere un giorno stupendo che rimarrà nel mio cuore e nella mia mente.



Grazie di aver capito il mio modo di essere gigolo accompagnatore.



Grazie grazie grazie.


Invia un Commento